Anno Solare Vs Anno Sportivo: Quale conviene?

Arriviamo ad un altro grande enigma, nella gestione delle vostre associazioni, che tanti ignorano!!

Quale periodo è meglio scegliere, come ANNO SOCIALE tra il solare (gennaio-dicembre) o lo sportivo (settembre-agosto, giugno-maggio…)?

Iniziamo dal principio: non sei obbligato a scegliere l’anno solare come periodo di calcolo dei rendiconti (più conosciuti come bilanci).
Anche se moltissimi consulenti dicono che sia l’unica possibilità.

Se sei Presidente di una Associazione che fa, ad esempio, Corsi di Danza, le cui attività si svolgono (Come anche le palestre, scuole calcio o volley…) prevalentemente da ottobre a maggio, puoi optare per l’anno sportivo! Basta una modifica allo statuto!

— Cosa cambia? Perché è importante? —
“La quota associativa viene versata all’inizio dell’anno sociale” recita ogni statuto. Significa che tutti i soci, sono tenuti a versarti la quota di iscrizione a Gennaio (se anno solare) o a settembre (se anno sportivo).

Hai scritto sullo statuto Gennaio-Dicembre?
SE I SOCI VERSANO A SETTEMBRE, CON L’AVVIO DEI CORSI, DOVRANNO POI RIVERSARE NUOVAMENTE A GENNAIO, CON LA SCADENZA DELL’ANNO SOCIALE!!

Quindi, Egregio Presidente, valuta con attenzione e verifica: se fai versare a settembre con scadenza ad agosto, e l’anno sociale deciso da statuto, è solare… SEI FUORI LEGGE!!

Non disperare, possiamo ancora salvarti la pelle, chiedici come scrivendoci una mail a asdfiscosicuro@gmail.com

Iscriviti alla nostra newsletter, riceverai i nostri aggiornamenti ed una guida gratuita.

Non useremo la tua mail per altri motivi e potrai cancellarti in ogni momento.

6 commenti su “Anno Solare Vs Anno Sportivo: Quale conviene?”

  1. Buongiorno mia figlia compie 14 anni a ottobre 2019, all’ inizio dell anno sportivo , settembre 2019 abbiamo firmato modulo fipav , volevo sapere se lei è già vincolata per i 10 anni , come da regolamento fipav? Grazie in anticipo Anna

    Rispondi
  2. Buongiorno,
    la nostra ASD ha come riferimento l’anno sportivo. In merito alla detrazione per spese sportive dei figli, nel rilasciare le ricevute relative alla quota di partecipazione ai corsi di pallacanestro (che vanno da settembre a giugno), se rilasciamo un’unica ricevuta (in concomitanza con il versamento della quota) il genitore può richiedere la detrazione anche se la ricevuta comprende corsi a cavallo tra due anni solari? Oppure sarebbe opportuno rilasciare una ricevuta a settembre ed una a gennaio (suddividendo ovviamente il pagamento in due rate)? Grazie

    Rispondi
    • la ricevuta va rilasciata al momento del pagamento.
      il genitore porta in dichiarazione dei redditi l’importo dell’anno solare in cui effettua il pagamento.

      il periodo di validità della quota non importa.

      Rispondi
  3. Salve, la mia ASD per il bilancio usa l’anno solare. Se volessi passare all’anno sportivo (oltre che modificare lo statuto) avrei problemi con il bilancio? Andrebbe a sovrapporsi il periodo Maggio/Dicembre, come risolvere? Grazie

    Rispondi
    • nell’anno solare in cui avverrà il cambio in anno sportivo (sett-ago), il bilancio sarà la risultante di 8 mesi di gestione (gennaio-agosto) per aprire, successivamente, la nuova contabilità settembre-agosto.

      Rispondi

Lascia un commento