Registro CONI – Le novità 2018

Registro CONI – Le novità 2018

In questi giorni sta arrivando in tutte le caselle di posta elettronica delle associazioni presenti nel Registro ASD del CONI una mail a firma del Presidente Malagò. Cosa sta accadendo? A cosa dobbiamo prepararci?

Torniamo indietro nel tempo

Da diversi mesi si sta discutendo sulla stretta del CONI verso le attività sportive. Dal mese di dicembre 2016 e dalla delibera 1566 in poi c’è un’agitazione di tutto il movimento sportivo nazionale.
Ne abbiamo abbondantemente scritto in diversi articoli che puoi trovare a questi link:

Sta finendo l’anno 2017

Siamo al dunque, la fatidica data del 31/12/2017 è ormai dietro l’angolo e il CONI inizia a chiedere a tutte le associazioni affiliate di svolgere delle operazioni per accedere al nuovo registro.

Sappiamo bene che per una ASD è indispensabile ed obbligatorio essere presenti nel registro, vero?

Leggiamo insieme i punti salienti di quanto ci viene comunicato e analizziamone alcuni vantaggi e criticità:

“Il Consiglio Nazionale del CONI, con delibera del 18 luglio 2017 ha approvato le nuove norme che regolano il funzionamento del registro delle società e delle associazioni sportive dilettantistiche.
[…]
A partire dal 1 Gennaio 2018 con la messa in esercizio del nuovo applicativo, tutte le utenze attualmente attive non saranno più valide e, pertanto, il legale rappresentante di ogni singola associazione/società sportiva, dovrà provvedere ad accreditarsi alla nuova piattaforma, per poter accedere alla propria scheda e usufruire degli ulteriori servizi messi a disposizione dal registro (inserimento rendiconto economico-finanziario, possibilità di redigere e stampare le ricevute rilasciate agli associati/tesserati, etc.)”

Come sappiamo tutti questo è uno degli ultimi passaggi di un iter iniziato a fine 2016: il CONI ha implementato una nuova piattaforma in cui ogni associazione deve iscriversi nuovamente a partire dal 1° gennaio 2018. Alcuni minuti di tempo che ogni rappresentante dovrà spendere al PC per rispettare le nuove direttive e conservare il proprio status.

Se non svolgeremo questa procedura saremo fuori dall’elenco, non potremo definirci ASD e perderemo tutti i diritti e vantaggi.

Ci viene anticipato, poi, che nel nuovo registro sarà presente una sezione in cui inserire dati e documenti sociali, tra cui rendiconti, elenchi soci, gestione contabile generale… Una forma di software gestionale? Lo scopriremo tra poco più di un mese.

Le nostre osservazione: come verranno gestiti questi dati sensibili di ogni ASD? Chi potrà visualizzarli e chi potrà accedervi?

Continuiamo con la lettura della mail:

“Le novità introdotte consentiranno al nostro mondo di ottenere un Database dello sport nazionale completo e, alle singole associazioni/società sportive di poter dimostrare in sede di controlli da parte dei soggetti istituzionali (Agenzia delle Entrate, SIAE, INPS) la loro reale natura sportivo-dilettantistica.”

Questo è forse il punto forte e di maggior interesse per tutti noi: la trasparenza degli atti sociali che saranno caricati nella piattaforma potranno essere un buon supporto di difesa in caso di controlli e verifiche fiscali. Una forma di “certificazione” di tutte le ASD?
Questa maggiore trasparenza e pubblicità della gestione è una richiesta/obbligo che giunge da più fronti per tutto il settore.

Domanda finale

Pochi, sembra, si stanno ancora preoccupando del passaggio più importante: le tante associazioni “border-line” che non rientrano nelle 385 discipline sportive sono escluse definitivamente? Yoga, Pole Dance, Crossfit, Soft Air, Survival… Tutti fuori?
Sembra di si, la sospensione della delibera 1566 e successive modificazioni (il desiderato “condono”) non è avvenuta. 

Le ASD che svolgono attività non presenti nell’elenco degli sport non potranno più accedervi, salvo modifiche agli statuti oppure alle attività promosse. Una salvezza c’è, noi abbiamo un’ottima ricetta da proporre, contattateci se ne avete bisogno!

Cosa ne pensi? Commenta qui sotto, scrivi una mail, visita la nostra pagina facebook!

Il 2018 sarà un anno molto intenso dal punto di vista normativo, il settore No Profit è in fase di radicale e profonda revisione da parte del legislatore. Continua a seguirci!

Il testo completo della mail è scaricabile a questo link.

 

2 commenti su “Registro CONI – Le novità 2018”

  1. io vorrei iscrivermi a questa nuova normativa ma non so come fare Aiuto Pavan free bike a.s.d.
    codice iscrizione coni FSNFCI02R2075 f.C.I. FEDERAZIONE CICLISTICA ITALIANA

Lascia un commento